Tonno rosso a bordo di due autoarticolati. Maxi-sequestro, e multa da 12mila euro

Ultimi articoli
Newsletter

Catania | l'operazione della direzione marittima sicilia orientale della guardia costiera

Tonno rosso a bordo di due autoarticolati
Maxi-sequestro, e multa da 12mila euro

Sui Tir c'erano 1.045 esemplari per un peso totale di 42 tonnellate, merce diretta nella Città dell'Elefante. Il pesce sarà rivenduto all'asta e il ricavato incamerato dall'erario o donato in beneficenza

Redazione Online

Sequestro di Tonno rosso
Sequestro di Tonno rosso

CATANIA | Un ingente sequestro di tonno rosso (uno tra i maggiori sequestri finora eseguiti) è stato operato, nella notte tra sabato e domenica, dal personale militare dell'11° Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima della Sicilia orientale. 

I militari della Guardia Costiera, nell'ambito dei consueti controlli lungo la filiera commerciale dei prodotti della pesca hanno intercettato, in una delle principali arterie della Sicilia orientale, diretti a Catania, tre autoarticolati adibiti al trasporto di prodotti ittici.

A bordo degli stessi, una volta fermati e sottoposti a controllo, sono state rinvenute oltre 42 tonnellate di «tonno rosso» (thunnus thynnus), sprovvisto dei prescritti documenti che ne attestano la provenienza e ne certificano la cosiddetta «tracciabilità». Oltre al sequestro di ben 1.045 esemplari di tonno rosso, ai responsabili sono state contestate sanzioni amministrative per complessivi 12mila euro.

Tale specie, come è noto, è soggetta ad un particolare regime di protezione da parte dell’Unione Europea, che ne prevede limitazioni nelle catture attraverso la previsione di apposite «quote», predefinite per ciascun paese appartenente alla Comunità.

Il prodotto sequestrato, dopo gli accertamenti di commestibilità da parte dei Medici Veterinari della competente A.S.P., sarà venduto all'asta (con proventi versati al pubblico erario) o, eventualmente, donato in beneficienza.

L’attività in questione, che a livello nazionale è coordinata dal Centro Controllo Nazionale Pesca delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, segue le analoghe effettuate negli scorsi mesi di maggio e giugno, sia in mare che a terra, dall’ 11° Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima della Sicilia orientale, che hanno dato luogo al sequestro di svariate tonnellate di tonno rosso.

Per tale tipologia di attività, il personale militare della Guardia Costiera opera su specifiche direttive del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, dove è operativo il Reparto Pesca Marittima del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Domenica 14 luglio 2013

© Riproduzione riservata

915 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: